12 sfumature di Horror (Zodiaco)

I cult del cinema horror associati ai 12 segni dello Zodiaco. Da Silent Hill, a Venerdì 13, passando per Romero. Immancabile l’Esorcista, come anche l’horror italiano, con Pupi Avanti. In occasione di Halloween (o Allauin, per i più critici), Francesca De Luca propone per Rubrics una scelta di cult del cinema horror, associati ai dodici […]Leggi di più

La tradizione taoista della Suprema Purezza

Gli insegnamenti tramandati dall’antica scuola Shangqing. Le tecniche meditative e invocatorie, lo spazio rituale e i testi sacri redatti dai maestri in esperienza estatica. Immergendosi nella fusione tra fisicità e spiritualità, divinità e principi cosmici. Il Taoismo è una religione ancora viva e florida. Così come lo conosciamo oggi è il risultato di innumerevoli scuole […]Leggi di più

I fili dell’anima

Alessandro Rillo è un istintivo insofferente alle costrizioni. Eloquenti i pali, i fili di ferro rivestiti di ruggine che riportano alla luce le tensioni esauste, agevolando il loro percorso allungato verso il sole. L’artista recupera il filo e in quello riconosce l’esteso lavoro della vigna. Del DNA. Qualche tempo fa, in un momento espositivo che […]Leggi di più

Dimagrire mangiando il giusto

Sguardo ai pericoli delle diete “fai da te”, alle sciocchezze diffuse su Internet, ai luoghi comuni di professionisti improvvisati ed esperti della domenica. Come correggere il peso senza stravolgersi la vita e evitando i farmaci. Molto spesso, soprattutto dopo un periodo di “sacro o profano” gozzovigliare, tra festività natalizie, pasquali, carnevalesche e l’agognata crociera, ci […]Leggi di più

Psicoterapia ed arte. “La Giraffa in fiamme”, dall’utopia alla distopia.

Analogia tra casi clinici e opere d’arte. Navigando nei simboli nella penombra dell’inconscio, tra comprensione e soluzione delle sofferenze quotidiane.      Un quadro risulta essere un’eterna istantanea che imprime allo spettatore una precisa emozione. Un’emozione paragonabile solo a quella che si sperimenta nell’incontro con l’altro durante una seduta di psicoterapia. Ci sono storie, vissuti e […]Leggi di più

Amarsi. La prima volta.

L’amore tossico è il prezzo da pagare quando non ti ami abbastanza da vederti bella e meritevole delle cose altrettanto belle di questo mondo. O può capitare di aggrapparti a una “vittima” che abbandonerai non appena starai meglio. Mi sembrava doveroso, prima di iniziare una lunga – spero – serie di racconti sull’amore, o meglio […]Leggi di più

Dolce&Gabbana e il grande sbaglio

Tra i ruderi dell’inverno nucleare del marchio italiano in Cina, un anno dopo. Postille anti-suicidio: cosa non fare, ma soprattutto cosa-fare-quando-hai-fatto-cosa-non-andava-fatto. Breve lezione di saggezza (Zhìhuì). A quasi un anno dallo scivolone che ha travolto il brand Dolce&Gabbana possiamo considerarne il fallimento di non rappresentare più il Made in Italy. D&G ad oggi è sinonimo […]Leggi di più

Antico Testamento ed Archeologia, un rapporto difficile

Le prove archeologiche dell’anti-storicità dei racconti della Bibbia raggiungono il grande pubblico solo negli anni duemila. Così come la provenienza del Dio di Israele dal pantheon pagano del Vicino Oriente. L’imbarazzante storia di un ritardo accademico.  All’inizio degli anni 2000 sono apparse agli occhi del grande pubblico delle novità importanti riguardanti le analisi storico-archeologiche e […]Leggi di più

La regina Elisabetta I era un uomo?

Bram Stoker, autore di Dracula, fu tra i sostenitori della tesi: la Regina d’Inghilterra era un impostore vestito da donna. Nell’Ottocento, vicino l’abitazione dell’infanzia elisabettiana, il ritrovamento di uno scheletro di bambina in abiti Tudor. Uomo o donna? Possibile che dietro il pesante trucco, le sfarzose parrucche rosse e i pomposi abiti di Elisabetta I […]Leggi di più

Buchi nell’acqua

Quando la marina militare indica i mari, la politica italiana guarda il dito. L’Italia priva di serie strategie dei propri punti di controllo. Una globalizzazione ideologizzata (pro o contro) e totalmente slegata dalla realtà delle grandi rotte commerciali. L’affannarsi italiano dietro l’immigrazione via mare, dietro le maree dell’Adriatico che allagano Venezia e dietro le piogge […]Leggi di più