la piattaforma

Rubrics

 

Costruire in un universalismo di cose,

di architetture esperienziali e di ampia policromia concettuale,

rispettosa della complessità dell’Uomo

Rubrics è un marchio registrato

 

RUBRICS è la piattaforma pluri-specialistica con più di trenta rubriche di approfondimento e più di cinquanta autori, tutti specialisti della propria materia (fino ai luminari), divisi tra Italia, Europa e Asia. Tra i redattori, Giuseppe Limone, tra i più noti filosofi italiani viventi. E’ costituita nel 2020 dal giornalista Antonio Dentice, con tendenza enciclopedica, palco argomentativo per docenti, scienziati, artisti, intellettuali, professionisti, discepoli e rappresentanti religiosi impegnati nell’intelligibilità, in favore del grande pubblico, di ricerche, casi e aneddoti.

Nel carattere dell’internazionalità: i servizi dal cuore della Cina, grazie ad Ambra Patarini, esperta del settore del lusso; come gli interventi dell’economista Carmelo Ferlito dal Sud-est asiatico, Senior Fellows presso il Property Rights Alliance (Washington, DC) e l’Institute for Democracy and Economic Affairs (Kuala Lumpur).

RUBRICS è tra i media-partner: dell’European Society for Soil Conservation (ESSC), articolazione accademico-scientifica europea sui temi ambientali/territoriali; del Centro Studi di Terapia della Gestalt; di AIAPI UNESCO (organizzazione non governativa con sede a Parigi); e di Cura Italia.

RUBRICS collabora coi rappresentanti di essenziali realtà nazionali: l’AIDO (donatori di organi), HOPE (sport integrati e disabilità) e i centri di recupero per tossicodipendenti (Le Ali Onlus).

RUBRICS inoltre ha curato la divulgazione scientifica: di tipo medico, coi dirigenti dell’Ospedale “Luigi Sacco” di Milano durante la pandemia (assieme all’Università eCampus) e coll’AIVS, la principale realtà “anti-sette” italiana, sul tema delle neuroscienze, grazie alla partecipazione del Prof. Franco Fabbro, tra i più influenti neuroscienziati a livello internazionale.

Filosofia, arte e letteratura; Informatica, newmedia e game; Politica ed Economica; Medicina e benessere; Psicologia, Sessuologia e Terapia; Legge, fisco e imprenditoria; Storia, religione e antropologia; Ambiente; Poesia, cinema, TV e teatro; Musica; Linguistica; Scienza; Sport e discipline; Amore; Fumettistica; Moda; Geografia, viaggi e turismo; Enogastronomia; Giardinaggio e agricoltura. Nuove rubriche si aggiungono nel tempo.

«Aggregatore d’identità» è la sintesi espressa in una polifonia, dialogo tra scienze, arti e mondanità, non destinata unicamente all’approfondimento verticale dei campi in rubrica, bensì al dialogo orizzontale tra essi, attraverso gli esperti e i professionisti delle relatività indagate.   

Il logo, nella parte sferica, simbolizza i cinque macro-campi in cui sono racchiudibili le decine e decine di rubriche reggenti la piattaforma: la penna centrale (le funzioni intellettuali), la sillaba sanscrita “OM” (la spiritualità), il martello del giudice (la legge, qui intesa come “professioni”), la nota musicale (intesa “arti”) e l’atomo (la scienza).

Rubrics, pur esistendo prevalentemente online, si svolgerà anche attraverso convegni, puntate radio, web-tv e varie testate.

Informativa

  •  
  • Le collaborazioni degli autori sono a titolo gratuito
  •  
  • Rubrics è un marchio registrato
  •  
  • Grafica e programmazione ad opera di Alessia Di Maio
  •  
  • Rubrics è apartitico, apolitico e aconfessionale. Non ammette fake-news, né articoli di contenuto antiscientifico;
  •  
  • Si consiglia la lettura ad un pubblico adulto
  •  
  • Approved by Ganapati&Kali

Gli autori di Rubrics svolgono gratuitamente la collaborazione con la piattaforma e, a propria volta, Rubrics non percepisce dagli autori alcun tipo di contributo monetario per la divulgazione e la promozione dell’opera intellettuale, professionale e artistica degli stessi (compresa la diffusione del contenuto dei profili in calce agli articoli).

Gli autori di Rubrics sono tutti, in diverso modo, specialisti e competenti della materia di cui producono articoli e approfondimenti. Tra essi compaiono: docenti, scienziati, artisti, giornalisti, intellettuali, ricercatori, professionisti, rappresentanti religiosi, studenti e discepoli.