WhatsApp, Cellulare e SMS: tutto diventa prova per la Polizia

E’ ormai pratica consolidata: tutti i dati sul cellulare costituiscono una prova durante le indagini della Polizia Giudiziaria, soprattutto nei casi di arresto o perquisizione. Tutti i dati informatici sono sottoposti al processo investigativo. Cosa afferma la Corte di Appello di Roma con l’avallo della Cassazione. ******************************** Rubrics è rigorosa divulgazione, fatta da specialisti dei […]Leggi di più

Complottismo e fobocrazia

I trabocchetti della mente: dagli “psicoreati” ai “recinti percettivi”. L’analfabeta funzionale, il complottista patologico e la psicosi anti-complottista. Chi vive tra cultura e contro-cultura. Tempo fa ci siamo dedicati a chiarire, in termini “scientifici”, i controversi fenomeni del “complottismo” e del debunking. (1) Trattandosi di questioni di crescente attualità, tuttavia, pare opportuno tornare sull’argomento dedicandogli […]Leggi di più

La comunicazione indispensabile

Le leggi del linguaggio, strumento di leader e maestri. Chi usa parole vuole raggiungere uno scopo, dall’insegnamento al consenso. Il passaggio della retorica: da atto scritto a discorsivo. Comunicare è sempre stato una delle maggiori necessità dell’uomo. Per includersi in un contesto sociale, entrare nell’assetto politico e fare politica, discutere di leggi, cambiarle, proporne delle […]Leggi di più

Dolce&Gabbana e il grande sbaglio

Tra i ruderi dell’inverno nucleare del marchio italiano in Cina, un anno dopo. Postille anti-suicidio: cosa non fare, ma soprattutto cosa-fare-quando-hai-fatto-cosa-non-andava-fatto. Breve lezione di saggezza (Zhìhuì). A quasi un anno dallo scivolone che ha travolto il brand Dolce&Gabbana possiamo considerarne il fallimento di non rappresentare più il Made in Italy. D&G ad oggi è sinonimo […]Leggi di più