Paolo Zanotto

Siena, 1974. Direttore di un Istituto privato di lingue e comunicazione, docente universitario, esperto di PNL e comunicazione. Già Professore Invitato di Storia delle Dottrine Economiche (Pontificia Università della Santa Croce), membro del comitato scientifico del semestrale “Procesos de Mercado. Revista Europea de Economía Política” (Unión Editorial - Facoltà di Scienze Giuridiche e Sociali della Universidad Rey Juan Carlos di Madrid). Autore di numerosi saggi pubblicati su riviste specialistiche e dei seguenti volumi: “Il Movimento Libertario americano dagli anni Sessanta ad oggi: radici storico-dottrinali e discriminanti ideologico-politiche”, Università degli Studi di Siena, Siena, 2001; “Liberalismo e tradizione cattolica. Osservazioni critiche su Juan de Mariana (1535-1624)”, Acton Institute, Roma - Grand Rapids (Michigan: USA), 2004; “Cattolicesimo, Protestantesimo e Capitalismo. Dottrina cristiana ed etica del lavoro”, Rubbettino Editore, Soveria Mannelli (CZ), 2005. Formazione: Dottore di Ricerca [Ph.D.] in “Storia del pensiero politico europeo moderno e contemporaneo” (Università degli Studi di Perugia); Diploma di specializzazione in Teoria economica (Ludwig von Mises Institute - Auburn University, Alabama); Laurea in Scienze Politiche (Università degli Studi di Siena); Diploma di Master of Arts in Scienze del Comportamento (Dipartimento di Scienze Neurologiche e del Comportamento - Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Siena), oltre a numerosi corsi, seminari e attestati in tecniche comunicative e PNL con vari specialisti nazionali. E-mail: gpaolozanotto@gmail.com Sito dell'Istituto di Lingue: https://didatticasmartcode.it/

Complottismo e fobocrazia

I trabocchetti della mente: dagli “psicoreati” ai “recinti percettivi”. L’analfabeta funzionale, il complottista patologico e la psicosi anti-complottista. Chi vive tra cultura e contro-cultura. Tempo fa ci siamo dedicati a chiarire, in termini “scientifici”, i controversi fenomeni del “complottismo” e del debunking. (1) Trattandosi di questioni di crescente attualità, tuttavia, pare opportuno tornare sull’argomento dedicandogli […]Leggi di più

Il nocchiero della mente: cibernetica e teleologia

La psicocibernetica sostiene che l’uomo non è una macchina, ma che «possiede e usa una macchina» e indica come usarla. È un errore affermare che il pensiero logico-razionale non abbia potere sull’inconscio. ********************************Rubrics è rigorosa divulgazione, fatta da specialisti dei campi. NO fakenews e fonti incerte. Segui -> Pagina FB e Instagram******************************** 1. L’uomo e […]Leggi di più

Psicosi “complottista” e “anti-complottista”

La necessità del metodo scientifico oltre ogni ideologia, ragion di Stato e bisogno politico. Dalle patologie ai dubbi legittimi, nei limiti della Storia attuale. Meccanismi psicologici e censure. Nella complessa epoca in cui ci troviamo a consumare le nostre tormentate esistenze, l’incredibile sviluppo di tecnologia e mezzi di comunicazione, lungi dal garantire un armonioso ampliamento […]Leggi di più

Influenze massoniche nella diffusione dell’opera smithiana

L’Inquisizione spagnola nel 18° secolo lo iscrive nell’Indice dei libri proibiti. Le censure, le stampe clandestine dell’“Officina della Vedova e Figli” e le osservazioni di J. Conway O’ Brien sulle analogie con l’Ordine degli Illuminati di Baviera. In un volume pubblicato qualche anno fa, avanzavo l’ipotesi circostanziata che il pensiero economico enucleato alla fine del […]Leggi di più