Parcheggi: le lacune del Diritto

Giurisprudenza lacunosa e a svantaggio degli automobilisti: per contestare i parcheggi gratuiti “sproporzionati” rispetto a quelli a pagamento occorrono 2 cause (Tar e Giudice di pace): troppo per una multa. La prima cosa da fare per scoprire quanti parcheggi con strisce bianche deve garantire il Comune è partire dal Codice della strada. È proprio qui che, infatti, […]Leggi di più

WhatsApps è prova in caso di separazione

Moglie e amante si parlano su WhatsApp e i messaggi diventano una prova del tradimento del marito, con tutte le conseguenze del caso. Dalla Corte di Cassazione, alle sentenze dei Tribunali di Velletri e Ravenna.   Lo scambio di sms su WhatsApp tra moglie e amante prova l’anteriorità del tradimento rispetto alla crisi coniugale: al […]Leggi di più

Voli aerei: i nuovi rimborsi

Voli cancellati e alternativi: quando è possibile chiedere il rimborso e quando non lo è. La Corte di Giustizia UE si è espressa in occasione della quarantena e della “fase 2”. In vista della fase due, molti i casi in cui le compagnie aeree sono costrette a cancellare il volo e offrire al cliente il […]Leggi di più

Semaforo: niente multe senza la foto.

L’onere della prova è della Pubblica Amministrazione. La mancanza della fotografia per le infrazioni semaforiche non consente adeguata verifica: multe nulle e Prefettura condannata a coprire le spese di lite. Il Giudice di Pace di Firenze rammenta che la mancanza della documentazione fotografica non consente di effettuare una compiuta verifica sulla correttezza dell’operato da parte […]Leggi di più

ZTL: “VARCO ATTIVO” ILLEGITTIMO. Multe annullate.

Le ZTL costrette finalmente a una maggiore trasparenza. Poco gradevole quando diventano trappole per ignari automobilisti. E’ tempo per i Comuni di adeguarsi alle linee guida del Ministero dei Trasporti. I Comuni si devono adeguare alle nuove linee guida emanate dal Ministero dei Trasporti, per la segnaletica ZTL (zona a traffico limitato) non conforme. La […]Leggi di più

Targa System, il “Grande Fratello” delle forze dell’ordine

Il nuovo software in grado di individuare in tempo reale i veicoli pericolosi, stabilendo quali pattuglie debbano intervenire. Basta essere inquadrati e in tre secondi il sistema determina: revisione, assicurazione, presenza nella blacklist della polizia e se il veicolo è rubato. Esiste possibilità di contestazione? Un sistema di riconoscimento delle targhe, progettato per le forze […]Leggi di più