Sinfonia in Sol Puffo

Il grande repertorio della musica classica accompagna l’apparire di Gargamella, il saltellare dei Puffi, la loro fuga e tanti momenti della serie. Da Beethoven a Schubert, da Musorgskij a Mozart.

Con il termine “leitmotiv” si descrive un motivo musicale orecchiabile, facilmente riconoscibile, che accompagna l’apparire di un personaggio o il verificarsi di una data situazione. Negli episodi della serie animata dei Puffi si fa un grande uso di questo “trucchetto”: cosa sarebbe mai l’apparire di Gargamella senza quel motivetto sghembo e inquietante che lo annuncia, o la serenità puffosa delle giornate al villaggio senza il tema saltellante che sottolinea l’operosità dei nostri amici blu intenti a svolgere ognuno il proprio lavoro?

O ancora, come potremmo mai pensare a dei Puffi in pericolo che corrono nella foresta senza il concitato sottofondo pianistico che ne accompagna il veloce movimento dei piedini? Ebbene tutti questi “temini” che ricorrono in ogni puntata appartengono in realtà al grande repertorio della musica classica.

Il primo caso, ovvero il motivo che accompagna la classica zoomata sulla casa di Gargamella, ad esempio, altro non è che il tema del “Vascello di Sinbad”, tratto dalla suite sinfonica “Sheherazade” del grande compositore russo Rimskij-Korsakov.

E sempre per accompagnare le mascalzonate di Gargamella ascoltiamo spesso il bellissimo tema un po’ inquietante tratto dal primo movimento della Sinfonia “Incompiuta” di Franz Schubert.

L’allegro “tema del villaggio” invece è uno dei temi più famosi della suite “Da un’esposizione di quadri” di Modest Musorgskij, intitolato “Tuileries” (nella versione orchestrata da Maurice Ravel).

Mentre il tema che accompagna ogni fuga dei Puffi è il terzo movimento della Sonata “Al chiaro di luna” del grande Ludwig van Beethoven. Così come sempre di Beethoven è il motivo tratto dal primo movimento della Sonata “Patetica”, anche questo usato come commento musicale per i momenti in cui i Puffi si trovano in pericolo.

Madre Natura è invece sempre introdotta dal bel tema de “il mattino”, uno dei brani che compongono la suite “Peer Gynt” del compositore norvegese Edvard Grieg.

Ma ci sono anche tante citazioni di altri brani famosi, come l’accenno al celebre primo movimento della Sinfonia n. 40 di Wolfgang Amadeus Mozart, utilizzato nella puntata “Il puffo degli spiriti”, come sottofondo musicale a una gelida tempesta di neve.

Ma sono davvero tanti i motivi da riconoscere: basti penare che nelle centinaia di episodi sono state usate musiche di Rossini, Liszt, Ciajkovskij, Grieg, Wagner, Saint-Saëns, Strauss e Sibelius.

In questo video potete ascoltare questi motivi e divertirvi a scoprire se lo conoscete già: è davvero divertente scoprire che queste musiche non sono state composte per descrivere queste scene, ma che si adattano lo stesso alla perfezione! E’ la puffosa puffosità della musica!

Un esempio tra i tanti:

Tuileries (Quattrocchi fa la corsa e dopo Grande Puffo guarda i Puffi sereni): 00.25

Segui Rubrics alla Pagina FB: www.facebook.com/rubrics.it

e segui su Instagram: www.instagram.com/rubrics.it