Donatella Perullo

È nata a Napoli. Già a sedici anni si dedica alla stesura di romanzi fantasy. A vent’anni al lavoro impiegatizio associa la collaborazione con il settimanale per adolescenti “Rimmel” (Periodici Tattilo). Dopo una lunga pausa di riflessione, ritrova la vena creativa e nel giugno 2010, con il racconto storico La leggenda del cane resuscitato si classifica terza al Premio Nazionale di Narrativa L’inchiostro dei 7 gioielli. Nel 2012 vince il concorso My fantasy story con il racconto “La profezia dell’eletto”. È stata per due anni semifinalista del Torneo Letterario Ioscrittore indetto dalla GeMS, prima con il Thriller Stelle Binarie e poi con il Fantasy Lacrime d’Ametista che nel 2014 sarà pubblicato dalla Butterfly Edizioni. Nel maggio 2015 pubblica in self, sulla piattaforma Amazon, il romanzo breve Horror, Nemesi e nello stesso mese è seconda classificata al concorso letterario Fantasya a Palazzo indetto dal comune di Formello, con il racconto Guardastelle. Nel luglio 2016 cura l’antologia “Sposa per sempre” ispirata alla leggenda di Pascualita, la sposa cadavere di Chihuahua. Antologia tradotta poi anche in spagnolo. A giugno del 2017 approda alla Fanucci Editore ed esordisce nel mondo del noir con Il gioco del ragno, poliziesco ambientato nella Napoli che tanto ama. Sempre con il marchio Fanucci a settembre 2017 pubblica il romance intitolato Dolce risveglio. Pagina FB: https://www.facebook.com/DonatellaPeullo Email: donaila@libero.it

Maurizio de Giovanni, l’intervista di Donatella Perullo

Parla il papà del “Commissario Ricciardi”, dei “Bastardi di Pizzofalcone” e di “Sara”. Uno dei più grandi autori italiani per Rubrics. Questa volta ho l’onore di dialogare con uno degli scrittori più apprezzabili del panorama letterario italiano, un autore che non ha bisogno di presentazioni ormai, il papà del Commissario Ricciardi, dei Bastardi di Pizzofalcone […]Leggi di più

“Pino Imperatore”, le interviste di Donatella Perullo

Conversando con P. Imperatore, il pluripremiato autore e giornalista italiano. Dall’esordio con Siani, vittima di camorra, alla consacrazione del “Massimo Troisi”, fino agli ultimi progetti. Sono lieta di aprire questo ciclo di articoli intervistando uno degli autori più innovativi e brillanti dell’attuale panorama letterario del nostro Paese. Sto parlando di Pino Imperatore, milanese di nascita […]Leggi di più