“Pino Imperatore”, le interviste di Donatella Perullo

Conversando con P. Imperatore, il pluripremiato autore e giornalista italiano. Dall’esordio con Siani, vittima di camorra, alla consacrazione del “Massimo Troisi”, fino agli ultimi progetti. Sono lieta di aprire questo ciclo di articoli intervistando uno degli autori più innovativi e brillanti dell’attuale panorama letterario del nostro Paese. Sto parlando di Pino Imperatore, milanese di nascita […]Leggi di più

Picea abies, l’albero di Natale

Insomma, l’abete rosso. Come piantarlo (anche in vaso…), curarlo e -soprattutto- come NON BUTTARLO indegnamente dopo le feste! Simbolo di longevità e resistenza ormai associato alla nascita del Dio-bambino. ******************************** Rubrics è rigorosa divulgazione, fatta da specialisti dei campi. NO fakenews e fonti incerte. Segui -> Pagina FB e Instagram E registrati al -> Canale […]Leggi di più

“Non stare sulla porta”

Breve testimonianza sui problemi “madre-figlio” quando la tossicodipendenza avvelena il quotidiano. L’«amore responsabile» ha l’obbligo morale di prevalere sull’«amore incondizionato».  Dalle esperienze di Anna Maria Borghi, Presidente del centro terapeutico e riabilitativo “Le Ali”: «Prendi la loro esperienza e fanne tesoro». Premessa redazionale Sul tema delle dipendenze e dei programmi di riabilitazione il “Centro Le […]Leggi di più

Dimagrire mangiando il giusto

Sguardo ai pericoli delle diete “fai da te”, alle sciocchezze diffuse su Internet, ai luoghi comuni di professionisti improvvisati ed esperti della domenica. Come correggere il peso senza stravolgersi la vita e evitando i farmaci. Molto spesso, soprattutto dopo un periodo di “sacro o profano” gozzovigliare, tra festività natalizie, pasquali, carnevalesche e l’agognata crociera, ci […]Leggi di più

Psicoterapia ed arte. “La Giraffa in fiamme”, dall’utopia alla distopia.

Analogia tra casi clinici e opere d’arte. Navigando nei simboli nella penombra dell’inconscio, tra comprensione e soluzione delle sofferenze quotidiane.      Un quadro risulta essere un’eterna istantanea che imprime allo spettatore una precisa emozione. Un’emozione paragonabile solo a quella che si sperimenta nell’incontro con l’altro durante una seduta di psicoterapia. Ci sono storie, vissuti e […]Leggi di più

Amarsi. La prima volta.

L’amore tossico è il prezzo da pagare quando non ti ami abbastanza da vederti bella e meritevole delle cose altrettanto belle di questo mondo. O può capitare di aggrapparti a una “vittima” che abbandonerai non appena starai meglio. Mi sembrava doveroso, prima di iniziare una lunga – spero – serie di racconti sull’amore, o meglio […]Leggi di più

Il Governo Conte II: dentro o fuori la Costituzione?

Oltre la propaganda e le opinioni. Adottiamo un fatto abbastanza recente per comprendere le reali possibilità di scioglimento delle Camere e della formazione di nuove maggioranze. Analisi giuridica valida anche per i casi futuri. Il controverso percorso che ha portato alla nascita del Governo Conte bis nasce da una crisi diversa rispetto alle molteplici e precedenti vicende […]Leggi di più

Antico Testamento ed Archeologia, un rapporto difficile

Le prove archeologiche dell’anti-storicità dei racconti della Bibbia raggiungono il grande pubblico solo negli anni duemila. Così come la provenienza del Dio di Israele dal pantheon pagano del Vicino Oriente. L’imbarazzante storia di un ritardo accademico.  All’inizio degli anni 2000 sono apparse agli occhi del grande pubblico delle novità importanti riguardanti le analisi storico-archeologiche e […]Leggi di più

La regina Elisabetta I era un uomo?

Bram Stoker, autore di Dracula, fu tra i sostenitori della tesi: la Regina d’Inghilterra era un impostore vestito da donna. Nell’Ottocento, vicino l’abitazione dell’infanzia elisabettiana, il ritrovamento di uno scheletro di bambina in abiti Tudor. Uomo o donna? Possibile che dietro il pesante trucco, le sfarzose parrucche rosse e i pomposi abiti di Elisabetta I […]Leggi di più

Buchi nell’acqua

Quando la marina militare indica i mari, la politica italiana guarda il dito. L’Italia priva di serie strategie dei propri punti di controllo. Una globalizzazione ideologizzata (pro o contro) e totalmente slegata dalla realtà delle grandi rotte commerciali. L’affannarsi italiano dietro l’immigrazione via mare, dietro le maree dell’Adriatico che allagano Venezia e dietro le piogge […]Leggi di più