Il nocchiero della mente: cibernetica e teleologia

La psicocibernetica sostiene che l’uomo non è una macchina, ma che «possiede e usa una macchina» e indica come usarla. È un errore affermare che il pensiero logico-razionale non abbia potere sull’inconscio. ********************************Rubrics è rigorosa divulgazione, fatta da specialisti dei campi. NO fakenews e fonti incerte. Segui -> Pagina FB e Instagram******************************** 1. L’uomo e […]Leggi di più

Ansia sul palcoscenico della vita. Psicoterapia ed arte.

Il desiderio di scomparire, i familiari che criticano, le preoccupazioni e l’ansia dell’insuccesso. Con la terapia, ridare colore e nuova luce, come nell’opera “Le Ballerine: dietro le quinte”. Ogni quadro racconta una storia unica ma al tempo stesso apre a molteplici narrazioni sulla base delle angolazioni da cui lo si osserva. Colori, sfumature e luci […]Leggi di più

Il lento suicidio dell’anoressia

Gli anoressici sono maestri di menzogna impegnati in un perverso e lento suicidio. La famiglia è l’ultima a rendersene conto. Gli amici, se formati a scuola, sono i primi a individuare il malato. Se presa in tempo il 60% guarisce. Il 10% muore. La drammatica vicenda di Lorenzo, il ventenne ragazzo torinese morto di “anoressia”, […]Leggi di più

Psicoterapia ed arte. “La Giraffa in fiamme”, dall’utopia alla distopia.

Analogia tra casi clinici e opere d’arte. Navigando nei simboli nella penombra dell’inconscio, tra comprensione e soluzione delle sofferenze quotidiane.      Un quadro risulta essere un’eterna istantanea che imprime allo spettatore una precisa emozione. Un’emozione paragonabile solo a quella che si sperimenta nell’incontro con l’altro durante una seduta di psicoterapia. Ci sono storie, vissuti e […]Leggi di più

Sexting, il silenzio degli adulti. Cause e rimedi.

I centri antiviolenza hanno programmi per risolvere i problemi dei giovanissimi ricattati con foto e video di nudo in internet. Un problema che i genitori vogliono ignorare e che spesso anche le scuole preferiscono non gestire, limitandosi a etichettare i coinvolti. Si parla e ci si preoccupa del bullismo, un po’ meno del cyberbullismo e […]Leggi di più